DOCENTI DEL CORSO: Paolo Svegli, (Trainer di programmazione neuro linguistica sistemica)
DATE DEL CORSO: 14/15 Marzo 2020 e 28 Marzo.
ORARI DEL CORSO: Sabato e Domenica 9/13-14/18
TERMINE ISCRIZIONI: Domenica 29 Febbraio 2020
COSTO DEL CORSO: 400€ + IVA

iscrizione accademia 80€ OBBLIGATORIA per i NON SOCI
SEDE DEL CORSO: Ravenna – Via Traversa, 16, 48026 Godo RA

HOTEL CONVENZIONATI: Fattoria Urbana Godo funravenna.it

APERTO A: Personale sanitario.
ECM: Disponibili tramite FAD per Fisioterapisti.

PROGRAMMA:

Via Traversa, 16, 48026 Godo RA

LA COMUNICAZIONE EFFICACE TERAPEUTA – PAZIENTE

“Qualunque cosa dica o non dica

il medico avrà un effetto sul 

suo paziente”

PREMESSA

Comunicare significa mettere in comune: cosa vogliamo mettere in comune con il nostro paziente?

Essere efficaci significa saper centrare l’obiettivo: qual è l’obiettivo che da terapeuta mi pongo nel parlare con il mio paziente?

Tutto nasce da questi due semplici concetti, talmente semplici da essere trascurati, da non essere visti della propria fondamentale rilevanza nel percorso verso la salute del paziente.

OBIETTIVO DEL PERCORSO

Riuscire a portare il paziente a stati d’animo che conducano ad azioni e pensieri da parte sua funzionali al suo percorso di salute e alle cure che gli vengono prestate.

STRUMENTI

L’approccio che utilizzeremo sarà olistico, come per la programmazione neuro linguistica sistemica è ogni approccio che porti ad un risultato sano e sostenibile e non effimero e di facciata.

Il linguaggio, in tutti i suoi aspetti, fungerà da guida per riuscire a condurre il paziente verso gli stati emotivi, i pensieri e infine i comportamenti desiderati.

Per fare ciò vedremo cosa mette le persone nella condizione di voler seguire quanto ci viene detto, ma anche cosa mette il medico nella condizione di cogliere la rappresentazione interiore della realtà in cui sta vivendo il paziente, proprio per evitare di dire le “cose giuste” nel “modo sbagliato” ed ottenere l’effetto contrario a quello desiderato.

Vedremo anche modelli linguistici specifici che la programmazione neuro linguistica ha studiato e colto, fino dai suoi albori, in terapeuti di successo e comunicatori efficaci in ogni settore.

Infine potremo utilizzare strumenti di allineamento della nostra persona per poter essere nel nostro meglio quando comunichiamo e riuscire quindi ad attingere a tutte le risorse che inconsciamente mettiamo in campo, a volte in modo funzionale, ma a volte in modo non funzionale al risultato desiderato, quando comunichiamo. 

IL PERCORSO

Il percorso vuole essere pratico e operativo, non ci interessa fare teoria, ci interessa che quella teoria crei RISULTATI, fin da SUBITO.

Per questo vedremo dei concetti e poi ne faremo subito uso in esercizi e condivisioni, a gruppi, tutti insieme o a coppie, con simulazioni delle situazioni nelle quali poi vogliamo fare la differenza nella quotidianità.

La modalità interattiva non solo creerà riferimenti di comportamenti sin da subito spendibili, ma anche atteggiamenti e nuove convinzioni funzionali per una comunicazione efficace con il paziente, che metterà chiunque nella condizione di poter continuare a migliorare i propri risultati anche in autonomia, utilizzando gli spunti di ogni giorno per crescere.

CONTENUTI:

Mattino giorno 1:

  • Gli obiettivi delle diverse fasi del percorso e i diversi strumenti da utilizzare (Creare rapport,  motivare, gestire le emozioni, aumentare la compliance, ri-motivare, sostenere…)
  • Come istaurare fin da subito il rapporto più funzionale con i propri pazienti 
  • Nutrire la relazione per guidare la cura in ogni momento (principi di comunicazione persuasiva).

Pomeriggio giorno 1:

  • Le leve della motivazione. 
  • La comunicazione efficace della diagnosi. Ovvero come posso dare le informazioni necessarie al paziente nel modo più funzionale alla sua cura. 
  • Capire e motivare tutte le persone coinvolte nel percorso di cura, dal paziente ai famigliari per svolgere il proprio ruolo al meglio. 
  • Informare? No grazie, preferiamo far AGIRE. (Dalla de-responsabilizzazione del “gliel’ho detto” al coinvolgimento del “l’ho aiutato a fare”).

Mattino giorno 2:

  • Linguaggio che cura vs. linguaggio che ammala. L’uso attento delle parole per sostenere il percorso di cura del paziente. 
  • Conoscere la mappa dell’interlocutore e usare le parole chiave per guidarlo. 
  • Domande e parole da evitare. (Ogni parola e ogni espressione contiene un’emozione che può aiutare o uccidere)
  • L’uso delle domande per raccogliere informazioni sul nostro paziente, l’uso delle domande per guidare il nostro paziente a prendere consapevolezza della sua situazione. (Perché fare domande, come fare le domande, cosa cercare e come trovarlo).
  • Come gestire la dialettica del cliente. (Ovvero ho capito in che schema sei, ma ti aiuto garbatamente a non rimanerne vittima).
  • Riconoscere e gestire le emozioni del paziente. 

Pomeriggio giorno 2:

  • Convinzioni funzionali o disfunzionali al percorso terapeutico
  • Riconoscere le nostre e le convinzioni del paziente
  • Saper ristrutturare le convinzioni disfunzionali nostre e del paziente
  • Creare una rete di convinzioni che sostiene il percorso terapeutico

Mattino Giorno 3:

  • Analisi dei casi reali avvenuti e sperimentati

Pomeriggio giorno 3:

  • Come proteggersi e mantenersi nel proprio meglio anche in mezzo al “bombardamento emozionale” della quotidianità. 
  • Allineamento dei livelli logici (diamo al nostro inconscio le indicazioni per supportarci al meglio)

Tutti questi concetti saranno trattati a partire dalla teoria, confrontati con casi reali e sperimentati in role-playing il più verosimile possibile.

Procedura di iscrizione al corso

Seguire attentamente le indicazioni descritte nelle sezioni A e B

Sezione A: Versamento della caparra

La partecipazione ad ogni corso, prevede il versamento di una caparra da effettuare tramite bonifico.
L’importo della quota di caparra dipende dal costo del corso:

  • Se il costo del corso è superiore a 250,00€, la quota di caparra sarà di 150€
  • Se il costo del corso è inferiore o uguale a 250,00€, la quota di caparra sarà di 100€

Si consiglia di effettuare il versamento della caparra contestualmente alla compilazione del form di iscrizione, ed inviare una copia del bonifico via mai all’indirizzo tesoreria.aitop@gmail.com
N.B. Nella causale del bonifico bisogna sempre indicare il nome del partecipante, ed il nome del corso a cui si vuole partecipare. LE ISCRIZIONI PERVENUTE SENZA CONFERMA DEL BONIFICO NON VERRANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE


Coordinate bancarie per il bonifico:
BANCA INTESA San Paolo Filiale di MILANO
BENEFICIARIO: ACCADEMIA A.I.T.O.P.
IBAN: IT47 I030 6909 6061 0000 0169 918
CAUSALE: Nome partecipante + Nome del corso


Account: tesoreria.aitop@gmail.com
CAUSALE: Nome partecipante + Nome del corso

Il saldo del costo del corso, sarà da versare al primo giorno dell’inizio del corso.
Per i corsi che prevedono più di due weekend, è possibile richiedere alla Tesoreria dell’Accademia un pagamento rateale, che verrà chiaramente concordato insieme allo studente il primo giorno del corso.
Qualora il corso non venisse effettuato, verrà rimborsato allo studente l’intero importo della caparra versata
Le foto e le registrazioni audio sono consentite, per le riprese video invece dipende dal docente del corso.

Sezione B: Compilazione Form

Il modulo seguente deve essere compilato in ogni sua parte.
Vi preghiamo di verificare la correttezza dei vostri dati e del vostro indirizzo di posta elettronica.
Tutte le comunicazioni saranno inviate via email.

Nome*

Cognome*

E-mail*

Professione*

Numero di Telefono*

Luogo di Nascita*

Data di Nascita*

Indirizzo*

CAP*

Città*

Provincia*

P.IVA

Codice fiscale*

Nome del corso*

* Cliccando su invia dichiari di aver letto e accettato le condizioni d'uso e la normativa alla privacy